Telefonia mobile - una benedizione "radiante"

venerdì, 18 agosto 2017

Telefonia mobile - una benedizione "radiante"

Telefoni cellulari, cordless e segnali WI-FI inviano e ricevono grazie alle radiazioni a micro onde pulsati. Pertanto, i telefoni cellulari emettono campi elettromagnetici a radiofrequenza. Essi funzionano nella gamma di frequenza che va tra 900 e 1.800 megahertz (MHz=1 milioni di oscillazioni al secondo). Con queste radiazioni vengono trasportati grandi quantità di dati e, proprio nel corso di questo trasporto, il nostro organismo è esposto alle suddette radiazioni. Dal momento che queste onde attraversano anche i muri delle abitazioni, siamo esposti anche senza utilizzare il telefonino. Le onde sono attive anche se possediamo un WI-FI.

Salute danneggiata dalle radiazioni dei telefoni cellulari?

Gli ambientalisti, da anni, avvertono dei potenziali rischi sulla salute causati dalle radiazioni dei telefoni cellulari. Sebbene non ci siano studi a lungo termine sull'argomento, i medici coinvolti concordano sul fatto che le radiazioni dei telefonini siano dannose. È un dato di fatto che l'uso continuativo dei telefoni cellulari direttamente sull'orecchio può causare dei danni.

Esistono prove scientifiche degli effetti nocivi delle radiazioni del telefono cellulare?

Una delle numerose ricerche riguardo le radiazioni dei telefoni mobili è stata effettuata dalla International Society for Electrosmog Research (IGEF). L'istituto ha pubblicato uno studio secondo cui le radiazioni dei telefoni cellulari, anche di lieve entità, portano a dannosi processi di ossidazione delle cellule che a loro volta causano una forte produzione di radicali liberi. Questo stress a cui sono sottoposte le nostre cellule può essere l'innesco per molte patologie. Bambini e adolescenti, in particolare, sono molto a rischio a causa di un utilizzo eccessivo dei telefoni cellulari (fino ad 8 ore al giorno). Uno studio da parte dell'Ufficio Federale per la protezione dalle radiazioni in Germania, ha ipotizzato un potenziale di accelerazione nelle patologie tumorali.

Come posso proteggermi dai danni alla salute causati dalle radiazioni del telefono cellulare?

Come regola generale, quanto più il telefono è vicino alla testa, tanto più dannose sono le radiazioni; pertanto il modo più semplice per ridurre al minimo il loro impatto sull'organismo è la distanza. Non si dovrebbe mai appoggiare il telefono sull'orecchio e nemmeno su altre parti del corpo. Si consiglia, quindi, di utilizzare il dispositivo vivavoce, le cuffiette o un auricolare. Tuttavia, poichè i sistemi Bluetooth utilizzati per questo scopo emettono luci, è necessario prestare attenzione ai valori di radiazioni specificati al momento dell'acquisto.

Effettuare e ricevere chiamate brevi o inviare un messaggio possono essere comportamenti che minimizzano l'impatto negativo sulle nostre cellule. Inoltre, un telefono con una buona qualità di connessione, irradierà in maniera minore di un telefono di scarsa qualità.

Si può misurare la radiazione del telefono cellulare?

La radiazione del telefono cellulare è indicata dal cosiddetto valore SAR. SAR sta per "Specific Absorption Rate"(tasso di assorbimento specifico) e questo valore indica la quantità di radiazioni esposta al corpo o la quantità di radiazioni assorbite dal corpo. Normalmente, il valore SAR di un telefono cellulare è specificato nelle istruzioni d'uso. Il valore è espresso in W/KG (Watt per Kg. di peso corporeo), ed il valore non deve essere maggiore di 2. Questo limite è stato fissato dalla Commissione Internazionale per la protezione Radiologica (ICNIRP) e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Il limite di questo valore dovrebbe proteggere un surriscaldamento del cervello, nocivo per la salute. Va ricordato, tuttavia, che un basso valore SAR non significa necessariamente bassi livelli di radiazioni. Se uno smartphone presenta caratteristiche di trasmissione errate, viene indicato alla stazione base di passare ad un livello di potenza di trasmissione superiore ed il risultato è una irradiazione maggiore.

QUI è possibile determinare il valore SAR del telefono.